JavaScript non sembra essere abilitato nel tuo browser.

JavaScript è necessario per utilizzare al meglio tutte le funzionalità del sito. Clicca qui per leggere le istruzioni su come abilitare JavaScript nel tuo browser.

Osmosi Inversa


Osmosi inversa 

Che cos'è l'osmosi inversa

Se ci fermiamo un momento a pensare scopriremmo che in natura il principio osmostico è presente in moltissime specie. Le piante,traggono dal suolo l'acqua ed i minerali proprio attraverso l'osmosi, il corpo umano procede al lavaggio di sangue nei reni proprio attraverso un processo osmotico.
L'osmosi inversa utilizza una membrana semiimpermeabile per separare rimuovere dall'acqua: i sali disciolti, i prodotti organici, i pirogeni, la materia colloidale submicron, i virus e i batteri. Questo tipo di processo rappresenta la più fine tecnica di filtrazione dell'acqua, non consiste infatti in un semplice ostacolo fisico delle molecole ma grazie alla membrana presente negli impianti permette il passaggio delle molecole chimiche idrofile (water-like), cioè chimicamente simili all'acqua. Si chiama filtrazione "osmosi inversa" poichè si richiede una pressione per costringere l'acqua pura ad attraversare una membrana e lasciarsi dietro tutte le impurità. Possiamo dire che una filtrazione a osmosi inversa è in grado di rimuovere il 95 % dei solidi dissolti totali (TDS) e quasi il 99% di tutti i batteri.

Funzionamento impianti osmosi inversa: vediamolo in maniera più semplice

Dopo aver dato una spiegazione prettamente tecnica vediamolo in maniera più semplice. Una membrana semipermeabile (l'acqua può attraversare la membrana in una sola direzione) separa due soluzioni diverse, in una è presente una quantità di sali disciolti maggiore. La diversa densità delle due soluzioni crea una migrazione delle molecole d'acqua dalla soluzione meno concentrata a quella più concentrata in modo da portare le due soluzioni ad un'uniformità. Questa migrazione molecolare crea quindi una pressione osmotica naturale sulla soluzione più concentrata.

Cosa sono i solidi disciolti totali (TDS)

Per residuo fisso nell'acqua si intendono la quantità di minerali in essa disciolti. In base al valore del residuo fisso le acque vengono classificate in:

  • Acqua minimamente mineralizzata: quando la nostra acqua ha un valore inferiore a 50mg/l. Questo tipo di acque sono indicate per un'alimentazione neonatale vista la notevole digeribilità.
  • Acqua oligominerale: indica acque con un residuo fisso compreso tra i 50 e i 500 mg/l, che dissetano e garantiscono un apporto di minerali moderato.
  • Acque medio minerali: con un residuo fisso tra 501 e 1500 mg/l. Acque indicate in momenti in cui l'organismo è carente di sali minerali (senilità, sport..)
  • Acque ricche di minerali: consigliate solo in casi specifici e da non assumere per periodi troppo prolungati.

Non esiste un'acqua buona in assoluto, bensì esiste l'acqua più indicata per un determinato stile di vita. Ad esempio le acque oligominerali sono indicate principalmente per chi soffre di ipertensione. Contro la cellulite invece è preferibile scegliere un acqua oligominerale con residuo fisso basso, al di sotto quindi di 200mg/l. Generalmente nelle acque minerali che troviamo sugli scaffali dei supermercati con su le etichette riportata la dicitura residuo fisso a 180°. Quando il valore aumenta significa che aumenta il valore dei sali minerali presenti all'inerno di un litro di acqua. Come si ottiene tale dato? Semplice si porta l'acqua alla temperatura di 180°, ciò che rimane dopo la completa evaporazione, rappresenta il residuo fisso.
Mostriamo di seguito una tabella dove sono mostrati i residui fissi delle varie acque minerali commercializzate nei supermercati.

residuo fisso delle acque minerali a confronto

Per misurare il residuo fisso dell'acqua che fuoriesce dal nostro impianto osmosi è sufficiente munirsi del nostro conducimetro.


L'osmosi inversa nell'acqua già potabile

La filtrazione che si ottiene tramite osmosi inversa ha un efficacia notevole. L'osmosi inversa infatti abbatte quasi totalmente le sostanze disciolte nell'acqua, sia quelle pericolose sia quelle inerti. Molte persone di domandano se l'acqua osmosizzata sia idonea alla corretta alimentazione umana. Dall'esperienza maturata in questi anni di lavoro possiamo dire con certezza che l'acquisto di un impianto osmosi inversa deve essere frutto di una scelta molto ponderata. Bere acqua molto leggera può essere piacevole, necessario o indicato a seconda dei casi indicati in precedenza. Gli impianti a osmosi inversa trovano la loro collocazione naturale in luoghi dove l'acqua è particolarmente dura, ricca di sali o in regioni dove vi è una forte presenza di nitrati, che possono essere molto dannosi per la salute, può avere senso scegliere questo tipo di filtrazione ( il valore massimo di legge consentito per i nitrati è di 50mg/l).

Nella tabella proposta sottostante possiamo vedere i l'efficacia di una filtrazione osmosi inversa


tabella efficacia osmosi inversa

Limiti e rischi dei depuratori osmosi inversa

E' opinione comune credere che le membrane osmosi inversa rimuovano ogni tipo di componenete presente dell'acqua ma così non è. Persino loro, infatti, hanno dei limiti. Alcune sostanze come l'acido carbonico o l'ossigeno disciolto non vengono fermate dalla membrana.
Le membrane osmosi inversa sono componenti molto delicati. Il cloro, ad esempio puù danneggiarle in maniera irreversibile. Molta attenzione bisogna farla anche all'acqua in ingresso. In diverse zone del nostro paese l'acqua di rete è contaminata dall'acqua marina, questo fa si che vi sia presenza di cloruri nell'acqua letali per le membrane osmosi inversa.

I nostri impianti osmosi inversa

Proponiamo qui sul nostro sito diversi impianti a produzione diretta:

Impianti a produzione diretta

Questi particolari modelli di depuratori differiscono da quelli con accumulo per l'assenza di quest'ultimo. L'utilizzo di membrane dimensionate e di una pompa di spinta garantiscono una produzione tra 1 e 3 litri a seconda del modello.
 

 

 


 

 

Leggi di piùAbbrevia il testo
Visualizza come:
Impianto osmosi inversa a produzione diretta ROD sottozoccolo

Impianto osmosi inversa a produzione diretta ROD sottozoccolo

a partire da
850.00€
699.00€
ROD H Osmosi Inversa a produzione diretta

ROD H Osmosi Inversa a produzione diretta

a partire da
1,590.00€
1,080.00€
Impianto osmosi inversa a produzione diretta ROD3

Impianto osmosi inversa a produzione diretta ROD3

a partire da
1,190.00€
960.00€
L'esperto risponde
phone.png 010.30.05.540
whatsapp.png
Lu-Ve 9:00-13:00 14:00-18:00

    0 prodotti

Soddisfatti o Rimborsati
Domanda Recente
Buongiorno, sono alla ricerca di un tubo capillare bianco per un impianto di irrigazione, questo tubo è idoneo per l’irrigazione ed adatto all’esterno? -
Grazie


Leggi tutto
Ricerca Veloce